logo

Achillea Millefoglie

Achillea Millefolium
Composite

Digestivo, disturbi del ciclo mestruale, mestruazioni dolorose, atonie digestive, gastroenteriti

Achillea-Achillea Millefolium 100g.

  • Modalità d'impiego

    Infuso: 10-15 g in mezzo litro di acqua bollente lasciato riposare per 15 minuti. Bere 3 tazze al d’

    Decotto per uso esterno: 40g in un litro d’acqua, bollire per 5-10 minuti. Utile in caso di ferite, ulcere varicose, emorroidi, ragadi anali e al seno.

  • Indicazioni Terapeutiche

    L’Achillea contiene sostanze dotate di proprietà emostatiche, analgesiche e antinfiammatorie, potenzialmente utili per curare le ferite. Grazie al camazulene, che è uno dei componenti chimici presenti nell’achillea, assumendo la pianta si favorisce la distensione della muscolatura liscia dell’apparato digerente. Questa caratteristica fa dell’achillea un antispasmodico. Quindi risulta un ottimo rimedio digestivo. Gli antispasmodici favoriscono il rilassamento dell’apparato digerente, ma anche di altri muscoli lisci come quello dell’utero, di conseguenza può essere un valido aiuto in caso di crampi mestruali e in menopausa. Le proprietà amaro-toniche della pianta, quindi si rivelano utili per curare tutti i problemi gastrici e spasmi del tratto gastrointestinale. Mentre per uso esterno si annoverano le sue qualità decongestionanti astringenti e riepitelizzanti.

  • Precauzioni

    Evitarne l’uso nei primi tre mesi di gravidanza e nel caso si faccia uso di farmaci anticoagulan

  • Curiosità

    Fin dall’antichità l’achillea veniva usata per cicatrizzare le ferite. La leggenda narra che Achille, durante la guerra di Troia, con le foglie di achillea bloccò l’emorragia di un compagno ferito. Da qui l’uso della pianta come cicatrizzante su piaghe e ferite.