logo

Betulla

Betula alba

Sindrome premestruale, cistite, diuretica, depurativa, prevenzione calcolosi renale, edemi ed insufficienza cardiaca, ipertensione arteriosa, ascite, vertigini, edemi agli arti inferiori da insufficienza venosa e cellulite.

  • Modalità d'impiego

  • Indicazioni Terapeutiche

    L’azione depurativa è coadiuvata da quella diuretica. L’incremento di emissione di urina facilita l’eliminazione dell’acqua e delle sostanze in eccesso, accumulate nell’organismo, come il colesterolo e gli acidi urici che provocano reumatismi. Per questo motivo la betulla è impiegata nella cura dell’ipertensione e della ritenzione idrica. L’effetto diuretico agisce anche in maniera preventiva rispetto alla formazione di renella e diventa una sorta di “lavaggio” antisettico nelle affezioni delle vie urinarie, come la cistite. La forma migliore per ottenere quest’effetto diuretico è sicuramente l’infuso delle foglie, da bersi fino a quattro volte al dì.

    La betulla è inoltre uno dei rimedi più indicati per la cura della cellulite in quanto aiuta l’eliminazione e la scomparsa dei noduli fibroconnettivali, caratteristici della cellulite. Aiuta inoltre ad eliminare i liquidi che ristagnano nei tessuti, dando sollievo in caso di dolore da cellulite

    l’estratto idroalcolico di betulla ha proprietà analgesiche e anti-infiammatorie.

  • Precauzioni

    Attenzione hai farmaci che hanno lo stesso effetto terapeutico, per il rischio di potenziare l’effetto del farmaco, non assumere con altri diuretici di sintesi.

    Contenendo salicilati, l’uso di estratti di betulla è controindicato nei soggetti allergici all’aspirina. Non utilizzare in gravidanza e allattamento e nei soggetti con insufficienza renale.

  • Curiosità

     La linfa viene raccolta seguendo una tecnica particolare: all’inizio del mese di marzo, durante la montata primaverile, si praticano nelle betulle adulte, di preferenza sulla parte del tronco esposta a sud, alcuni fori a circa un metro da terra, profondi da due a cinque centimetri, leggermente obliqui verso l’alto, nei quali si introduce un tubicino da cui la linfa defluisce nei recipienti posti a terra. Un tronco di 50 cm di diametro fornisce in 4 giorni una media di 3-4 litri di linfa. Questa proprietà detossidante viene rivolta al nostro sistema linfatico che utilizzando l’azione drenante della linfa della betulla per depurare l’organismo da tossine in eccesso, che vengono trattenute dai liquidi.